ORTEC immette sul mercato GammaVision 7, una versione innovativa che introduce il noto software per spettrometria gamma con rivelatori HpGe nell’ambiente dei sistemi operativi a 64bit.

GammaVision 7 si muove nel solco della tradizione, mantenendo inalterata l’interfaccia grafica e il layout principale che lo contraddistinguono per semplicità di utilizzo e immediatezza di approccio. Dietro al velo della forma si celano però importanti novità di sostanza, che rendono GammaVision 7 uno strumento analitico ancora più potente e affidabile, per le complesse analisi che la disciplina spettrometrica richiede.

In particolare, GammaVision è da ora totalmente compatibile con la versione a 64 bit del sistema operativo Microsoft® Windows 7.  La funzione di sottrazione del fondo PBC è stata rivista, in modo tale che non sia più obbligatorio associare ad uno specifico nuclide  il contributo da sottrarre – a una data energia –  dal campione in fase di analisi. Sarà in oltre possibile stampare la tabella PBC per esplicitare tutti i contributi contenuti nel file associato.

Il report di analisi del campione di riferimento in fase di controllo qualità (QA) è stato migliorato nel formato e nella presentazione dei risultati ottenuti. Inoltre, gli spettri acquisiti e salvati potranno essere esportati in formato immagine BMP/JPG per necessità di tipo grafico o di visualizzazione.

Tra le altre caratteristiche, la  possibilità da parte dell’utilizzatore di inserire ulteriori campi addizionali nella definizione dell’incertezza totale di analisi e l’aggiunta della funzione  List Mode  per il salvataggio in un file sequenziale di acquisizioni istantanee e ripetitive nel tempo. La funzione Peak Info di visualizzazione immediata delle informazioni spettrali è stata implementata e migliorata nella visualizzazione e nella precisione delle informazioni fornite (FWHM, Net/Gross area, ecc). Anche il software di supporto per la creazione di report personalizzati Report Writer è stato migliorato e adattato alla nuova versione di GammaVision 7.

Da segnalare, infine, l’aggiunta di otto nuovi comandi e funzioni disponibili per la creazione di routine automatiche attraverso i Job File e l’ampliamento dell’opzione di generazione del report di analisi compatibile con lo standard ISO/DIS – 11929 con l’aggiunta di nuove funzioni e variabili.

Il metodo di correzione per Effetto Somma (TCC) è stato rivisto, con la possibilità di un maggiore intervento da parte dell’utilizzatore nel definire i parametri di ingresso e la possibilità di utilizzare direttamente librerie in formato GammaVision (.lib).  Gli algoritmi di fit nelle procedure di calibrazione in Energia ed Efficienza sono stati implementati e migliorati nell’accuratezza di calcolo soprattutto in presenza di picchi a bassa statistica.

 

Log in with your credentials

Forgot your details?