Analisi di microelementi con la vaporizzazione elettrotermica e lo spettrometro ICP-OES SPECTRO ARCOS

Utilizzando la vaporizzazione elettrotermica (ETV) per l’introduzione dei campioni, SPECTRO ha notevolmente migliorato la sensibilità dello spettrometro ICP-OES SPECTRO ARCOS nelle applicazioni di analisi dei materiali. Le prove dimostrano che i limiti di rilevamento possono essere aumentati di un ordine di grandezza. L’ICP-OES penetra nel campo di sensibilità degli spettrometri di massa a scarica a bagliore, rispetto ai quali è molto più conveniente, con nuove possibilità applicative nell’analisi dei materiali solidi.

Tipicamente, i campioni ICP-OES vengono disciolti e poi introdotti nello strumento usando un nebulizzatore. Con l’ETV, invece, i campioni solidi sono vaporizzati in un forno con temperature fino a 3.000°C, quindi le microparticelle risultanti vengono trasportate nello strumento ICP con un flusso gassoso.

L’ETV rende possibili, per la prima volta, applicazioni nel campo dell’analisi di metallic puri con la tecnologia ICP-OES. E’ possibile analizzare una maggiore quantità di campione rispetto all’ablazione laser, più adatta al collaudo spot. Inoltre, le differenze di omogeneità all’interno del campione hanno una minore influenza sul risultato analitico.

L’analisi ETV è particolarmente adatta per i campioni che sono difficili da disciogliere. Per esempio, non è più necessario creare soluzioni di materiali ceramici utilizzando una digestione chimica molto lenta.

Log in with your credentials

Forgot your details?