Fuori dalla crisi economica, grazie alla siderurgia

Il “cavallo” vincente su cui puntare, stando alle previsioni e ai prospetti elaborati dagli esperti, per uscire “a testa alta” dalla crisi economica che rischia di mettere in ginocchio l’Italia, è la siderurgia.

E’ questo uno dei settori industriali, che, da vero fiore all’occhiello della produzione e della tradizione del Bel Paese, potrebbe aiutare l’Italia e il comparto produttivo a rialzarsi, a ritrovare nuovo splendore, a lasciarsi la crisi alle spalle.

“Questa crisi dagli esiti incerti per l’inadeguatezza a fronteggiarla, soprattutto in Europa, da parte delle classi dirigenti un merito lo sta avendo. Far capire a tutti, anche ai più ubriachi di monetarismo e finanza, il ruolo e l’importanza dell’industria e della manifattura nei sistemi economici moderni” ha osservato Antonio Gozzi, presidente di Federacciai.

Il settore siderurgico, dell’acciaio in particolare, nonostante il 40% della sua domanda derivi da un comparto decisamente in crisi, quello dell’edilizia, è riuscito, nel 2011 a reggere, a non crollare sotto il peso della crisi.

Se l’acciaio può essere uno dei settori trainanti per uscire dalla crisi, LAND, grazie alla sua gamma di prodotti utili per la lavorazione dell’acciaio, è l’alleato perfetto.

Log in with your credentials

Forgot your details?