Creme antirughe dall’effetto “lifting” garantito e quantificato, grazie a Taylor-Hobson

Chi non ha mai provato o non sarà, prima o poi, costretto a provare una crema antirughe? La pelle è un tessuto prezioso, che subisce, però, il passare del tempo, mostrando segni non sempre graditi, le rughe.

Sale l’età media della popolazione mondiale e, di pari passo, cresce anche la richiesta di prodotti cosmetici sempre più all’avanguardia, soluzioni per contrastare gli effetti dell’invecchiamento sulla pelle, per aggiudicarsi, a colpi di creme antirughe, una sorta di lifting quotidiano.

Per verificare e quantificare al meglio le prestazioni di questi innovativi prodotti cosmetici, per “certificare” la loro effettiva capacità antirughe, Taylor-Hobson è l’alleato migliore. Infatti, se i produttori di cosmetici investono energie e risorse in ricerca e sviluppo, per garantire al consumatore creme sempre più efficaci, hanno anche l’esigenza di fornire dati quantitativi sulle prestazioni di queste soluzioni, più o meno “miracolose”.

Solitamente l’analisi delle creme anti-invecchiamento mira ad analizzare un campione di pelle, prima e dopo l’applicazione della crema, e, per farlo al meglio, si utilizzano repliche della superficie, a causa dell’impossibilità di misurare i reali substrati coinvolti.

Le piattaforme Talysurf CLI o CCI con un rilevatore ad alta risoluzione offrono strumenti di acquisizione dei dati ideali per questa applicazione. Mentre il software Talymap Textured Surfaces offre una visualizzazione ideale e l’analisi. Include la capacità di analizzare la profondità e la densità del solco insieme alla direzione della trama complessiva.

 

Log in with your credentials

Forgot your details?